Best Idea – Ariel Bezalel (rating A): È il momento dell'India - Citywire

Citywire - Per Investitori Professionali

Registrati per ottenere accesso illimitato al dabase di gestori di Citywire. La registrazione è gratuita e richiede solo un minuto.

Best Idea – Ariel Bezalel (rating A): È il momento dell'India

Best Idea – Ariel Bezalel (rating A): È il momento dell'India

“Sono piuttosto cauto rispetto alla maggior parte dei mercati sviluppati ed emergenti. Le condizioni macroeconomiche globali rimangono incerte e mi preoccupano gli oltre 3,3 triliardi di dollari Usa di debito denominato in dollari di società al di fuori del settore bancario in sospeso sopra i mercati emergenti”. Ariel Bezalel, capo della strategia per il fixed income di Jupiter Asset Management e gestore del fondo Jupiter Dynamic Bond Sicav, invita alla prudenza gli investitori obbligazionari.

Un’eccezione a questo quadro, tuttavia, è l’India: l’esposizione al Paese in portafoglio si attesta intorno all’8%. Bezalel investe sia in obbligazioni denominate in dollari sia in valuta locale. “I rendimenti dei titoli di Stato sono interessanti, intorno al 6-7%, e nell’ordine dell’8% su alcuni corporate bond; per questo motivo il peso che abbiamo inserito in portafoglio è così alto. L’India, infatti, è uno dei pochi Paesi su cui siamo propensi ad aggiungere rischio.”

Secondo il gestore l’India si comporta quasi come un’economia chiusa: “Non ha molto debito denominato in dollari, la sua economia non dipende dalle esportazioni, l’attuale governo in carica ha concretamente ripreso la strada delle riforme nell’ultimo anno e rappresenta un’amministrazione molto vicina agli interessi delle società”. Nonostante lo scetticismo e i problemi incontrati dal primo ministro indiano Narendra Modi, le riforme strutturali sono state finora l’elemento centrale del rimbalzo dei corsi azionari indiani registrato nel 2017. Ora che è imminente il varo di un programma di semplificazione fiscale a livello nazionale, sussistono tutti i presupposti per una nuova accelerazione della crescita dei prestiti e dell’attività economica che potrà trasferire questa dinamica virtuosa anche sull’obbligazionario.

“A dispetto della temporanea volatilità causata principalmente dalla politica di demonetizzazione del primo ministro Modi, crediamo che lo scenario economico e politico di lungo termine sia decisamente favorevole”, osserva Bezalel. “Parlando come investitore obbligazionario, la potente dinamica della demonetizzazione è tale da aver raccolto oggi un immenso ammontare di liquidità in entrata nel sistema finanziario, e allo stesso tempo tanta liquidità viene messa a frutto sui mercati obbligazionari, che sia sui mercati dei titoli di Stato o sulle obbligazioni societarie”.

Perché Ariel Bezalel?

Il fondo Jupiter Dynamic Bond gestito da Bezalel ha guadagnato il 15% nel periodo compreso tra il 31 marzo 2014-2017. Nello stesso tempo la media Citywire a livello europeo ha riportato una perdita del -7,4%.

Questa intervista è apparsa originariamente all'interno del numero 18 del magazine Citywire Consulenza Evoluta.

 

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.