Banco Inversis: nuova metodologia per la selezione dei fondi - Citywire

Citywire - Per Investitori Professionali

Registrati gratuitamente per ricevere le nostre email con le ultime notizie, le analisi e i commenti da Citywire Italia. Per registrarsi basta un minuto.

Banco Inversis: nuova metodologia per la selezione dei fondi

Banco Inversis: nuova metodologia per la selezione dei fondi

La società di investimento spagnola Inversis ha sviluppato una nuova metodologia quantitativa per la classificazione dei fondi, progettata per consentire un migliore confronto dei fondi che presumibilmente seguono lo stesso stile di investimento.

Il team di selezione fondi del gruppo di Madrid (nella foto, in prima fila da sinistra Alejandro Allona, Guendalina Bolis, Álvaro Aznar e in seconda fila da sinistra Gonzalo Thome, Alberto García Cabo e Borja Picón) ha spiegato che il suo nuovo processo, denominato ‘The Cube’, consente una maggiore comprensione della classificazione di un fondo basata su quattro criteri: stile, capitalizzazione, momentum e qualità.

Il processo è volto ad incapsulare fondi comparabili in gruppi omogenei, sulla base di una metodologia quantitativa e sistematica, comune a tutti i fondi analizzati, e di fornire una rappresentazione grafica delle caratteristiche peculiari dei fondi e di come queste si evolvono nel tempo.

Questa classificazione automatica dei fondi costituisce il riferimento, utilizzato dall’Investment Selection Department and ETF di Inversis, nella fase di analisi e nella preparazione di liste di fondi che verranno poi raccomandate al cliente sulla base delle caratteristiche che egli ricerca.

'The Cube' aumenterebbe l’efficacia e l’obiettività nel raggruppare i fondi e permetterebbe di illlustrare, con precisione e sensibilità, le peculiarità di ogni fondo aiutando a contrastare l’evoluzione di tali caratteristiche nel tempo.

Per ulteriori informazioni e per visualizzare il documento di presentazione in inglese di ‘The Cube’ cliccare qui

Scrivi un commento

Effettua il login o registrati per commentare. La registrazione è gratuita e richiede solo pochi minuti.