Banca Generali ha raccolto nel 1° semestre dell'anno 3,15 miliardi di euro, di cui 502 milioni nel mese di giugno.

Il mese ha peralto scontato gli annuali pagamenti per imposte da parte dei clienti per 125 milioni di euro, ai quali vanno aggiunti gli ulteriori esborsi di 61 milioni di euro alle scadenze fiscali del 2 luglio: per un totale di 186 milioni.

Le soluzioni di risparmio gestito e assicurativo risultano lo strumento preferito per la tutela dei patrimoni, con un saldo complessivo di 1,6 miliardi di euro, superiore al contributo dai nuovi flussi amministrati.

Nella sfera del gestito, anche a giugno è proseguita l’attenzione sui "wrapper" assicurativi dal profilo più difensivo, con circa 200 milioni di euro raccolti dalla sicav Lux Im, nei primi due mesi dal lancio.

In aumento, a oltre 2,2 miliardi di euro, le masse sotto contratto di "consulenza evoluta".

"Stiamo accelerando lo sviluppo nella fascia di clientela private, che rappresentano ormai circa il 65% delle nostre masse" ha commentato l'amministratore delegato Gian Maria Mossa (in foto).