Si è svolto oggi il Congresso straordinario Anasf, convocato per modificare lo Statuto per l’adeguamento alle variazioni normative relative all’Organismo di vigilanza e tenuta dell’Albo unico dei Consulenti Finanziari (Ocf), a seguito dell’emanazione del Regolamento Intermediari Consob 20307/2018. 

In ottemperanza alle norme che impongono una rappresentanza distinta per le tre categorie comprese nell'Albo (consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sede, gli autonomi e le società di consulenza finanziaria), l'Anasf ha stabilito che rappresenterà esclusivamente i consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sede.

Anasf ha inoltre ribadito - sempre recependo il Regolamento Intermediari - che la rappresentatività dei singoli associati deve tradursi in una delega esclusiva per quanto riguarda la rappresentanza in ambito Ocf.

“Ora la nostra associazione, recependo le indicazioni della Consob, ha tutte le carte in regola per continuare a rappresentare la categoria professionale dei consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sede" ha commentato il presidente Anasf, Maurizio Bufi (in foto).

Hanno partecipato, con diritto di voto, i delegati eletti all’ultimo Congresso Nazionale (il X, svoltosi a Perugia nel 2015), nonché, senza diritto di voto, i componenti attualmente in carica del Consiglio Nazionale, del Comitato Esecutivo, del Collegio dei Probiviri, i Coordinatori dei Comitati Territoriali, i membri, di nomina Anasf, di Ocf e i componenti il Comitato dei Garanti.