Amundi propone in Italia otto comparti della controllata francese Cpr Am (39,3 miliardi di euro di masse a fine 2016).

I fondi, derivati dalla sicav lussemburghese Cpr Invest, sono in parte azionari (cinque) e in parte multiasset (tre).

I veicoli equity sono per lo più tematici: i fondi Cpr Silver Age e Cpr Global Silver Age (guidati da Vafa Ahmadi, in foto, rating AA di Citywire) investono in titoli legati all’invecchiamento della popolazione (il primo in realtà europee, il secondo su scala globale), mentre Cpr Europe Special Situations guarda alle società in fase di ristrutturazione e Cpr Global Disruptive Opportunities punta su aziende capaci di offrire al consumatore finale servizi migliori e meno costosi rispetto alla concorrenza.

A questi si aggiunge il comparto azionario Cpr Invest Euro High Dividend che investe in società che presentano un rapporto tra dividendo e prezzo dell’azione (dividend rate) superiore a quello medio dell’Eurozona.

La gamma dei tre multiasset (con approccio top down) è invece composta da prodotti diversificati per profilo di rischio: Cpr Invest Defensive (con esposizione azionaria fino al 30% del portafoglio e volatilità entro il 7%), Cpr Invest Reactive (equity tra il 20 e l’80% e volatilità massima al 15%) e Cpr Invest Dynamic (azionario oltre il 50% e volatilità fino al 20%).